Post

Sfilacciamenti

Immagine
Oggi si recita a soggetto, dieci, cento, mille  parole... avanzano, colpiscono, feriscono, fanno male, uccidono.
Noi che attiriamo il divergente, come falene cieche, sguazziamo e annaspiamo in questo vuoto fatto di nulla.
Incapaci di disinnescare bombe emozionali, ci sparano addosso proiettili di indifferenza.
Seppelliti i rancori nella fossa comune della follia apprezziamo l’ironia di chi sparge sale sulle nostre ferite, addentando il cuore pulsante in questo caleidoscopico carosello che chiamano vita.
(Ofelia 2015)


L'agnello di Dio

Immagine
“Può un ateo usare il nome di Dio senza passare per blasfemo?”, ha chiesto De Gregori a Tonini, mentre il cardinale tentava di spiegare al cantautore che “la voce poetica” e “le mani che scrivono canzoni” sono un dono. Un punto di vista non compreso da chi “non ha fede”, ha osservato De Gregori. E mentre Ronnie e l’autore di Rimmel lo incalzavano, Tonini ha specificato: “Posso ringraziare Dio di avere fatto uno come te”, frase alla quale ha fatto seguito l’abbraccio. (dal blog THINKING SPACE)



Ecco l'agnello di Dio che toglie peccati del mondo.
Disse la ragazza slava venuta allo sprofondo.
Disse la ragazza africana sul raccordo anulare.
Ecco l'agnello di Dio che viene a pascolare.
E scende dall'automobile per contrattare.
Ecco l'agnello di Dio all'uscita dalla scuola.
Ha gli occhi come due monete,
il sorriso come una tagliola.
Ti dice che cosa ti costa, ti dice che cosa ti piace.
Prima ancora della tua risposta ti dà un segno di pace.
E intanto due poliziotti fanno fi…

Volontariato: sì o no?

Immagine
L’altra sera ho assistito, senza ovviamente volerlo, ad un litigio: uno di quelli coi fiocchi, che non risparmiano colpi bassi e dove non c’è nessun arbitro a separare i due contendenti. Ero stata invitata a cena da Riccardo e Andrea, i miei vicini di casa. Aspettavamo Riccardo per le otto, ma alle otto e mezza ancora non era tornato ed era irreperibile. Idem le nove. Dicasi uguale alle nove e mezza, e ormai io e Andrea avevamo già finito di mangiare. Andrea era a dir poco incazzato e quando Riccardo è tornato è scoppiata la lite furibonda. Ma facciamo un passo indietro.
Riccardo è un volontario di Croce Rossa e spesso (più o meno una notte, un pomeriggio la settimana dopo il lavoro e la domenica) si trova nella sua sede per prestare volontariato. Sostiene che ad aiutare gli altri ci si senta meglio, che è un bel modo di trascorrere il proprio tempo, che fa scaricare l’adrenalina, ti fa sentire utile e si fa del bene alla società senza chiedere nulla in cambio.
Andrea invece è contra…