Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2017

AAA cervelli cercasi per 15 ultras... possibilmente non usati!

Immagine
Più blindato di Alcatraz e della Casa Bianca. Lo Stadio Olimpico ha tornelli, riconoscimento biometrico, lettura della carta d’identità e telecamere di sicurezza ovunque. Eppure quindici tifosi della Lazio dalla Curva Sud hanno cantato cori antisemiti gridando “romanisti ebrei” e se la sono cavata.
Gesto stupido? Senza dubbio, gesto figlio di un’ignoranza dovuta al fatto che in Italia (come in tanti altri paesi del mondo) la memoria storica non viene presa con la giusta considerazione, che è meglio fare tutto con superficialità insegnando che la legge del “forte, bullo e ignorante” vince sempre. Come dice un mio zio acquisito, sopravvissuto ad Auschwitz, la stessa legge che avevano le SS. Ed è vero che se ogni paese ha le sue piaghe, in Italia regnano sovrane l’ignoranza e il reato di odio. Odio che questa volta ha colpito tutte le vittime della Shoah e anche il mondo dello sport, che è rimasto infangato dalle vili offese gridate da ultras ignoranti e stupidi.
E siamo sempre lì. La m…

Lo vuoi un palloncino?

Immagine
Finalmente ieri sera, in compagnia dei miei ex vicini di casa, mi sono permessa una serata a base di sushi e poi via al cinema a vedere il film che attendevo da tanto tempo. Precisamente dagli anni Novanta.
Tengo a precisare, a scanso di equivoci, che traspositare a livello cinematografico Stephen King è sempre un azzardo e c’è quel pizzico di delusione ineluttabile. Prima di tutto perché King è uno degli scrittori viventi più geniale, produttivo, minuzioso ed eclettico mai esistito. In secondo luogo perché il punto di forza di qualsiasi libro di King sono le descrizioni precise in ogni singolo particolare, ovviamente difficilissime se non impossibili da riportare in uno strumento passivo come lo è il film. Pertanto ci sono opere più riuscite (Misery, Il miglio verde, L’ultima Eclissi, il primo Carrie lo sguardo di Satana, Il Gioco di Gerald, Christine la macchina infernale, 1408...), opere mediocri (La zona morta, A volte ritornano, Grano rosso sangue, La tempesta perfetta...) e alt…

Tra le tue braccia

Immagine
Ricordando mia mamma. Oggi è una giornata un po’ così, di quelle giornate in cui vorresti tornare bambina per sentire ancora una volta il calore dell’abbraccio materno. Questa poesia è per te!


C’è un posto nel mondo dove il cuore batte forte, dove rimani senza fiato, per quanta emozione provi, dove il tempo si ferma e non hai più l’età; quel posto è tra le tue braccia in cui non invecchia il cuore, mentre la mente non smette mai di sognare… Da lì fuggir non potrò poiché la fantasia d’incanto risente il nostro calore e no… non permetterò mai ch’io possa rinunciar a chi d’amor mi sa far volar. (Alda Merini)

Ho riavuto la rete!

Immagine
Eccomi qui, finalmente vedo la rete! Lo so che avevate pensato che fossi scomparsa nel nulla ma per fortuna non è stato così. Ci sono ancora, anche se in una nuova casa. Ebbene sì, ho traslocato e i miei ex vicini di casa, con i quali mi sono ripromessa di mantenere più che vivi i contatti, mi hanno aiutata a sbaraccare e rimontare tutto in modo da non rendere l’operazione un’infernale odissea.
E allora cos’è andato storto? Chi ha cambiato casa, o ha partecipato all’evento, sa di cosa scriverò fra poco. Dei nuovi allacci! Anzitutto luce e gas: spostare il domicilio doveva essere un gioco da ragazzi, una cosina da niente. Invece ho capito che se fossi andata a vivere sul monte Ararat fosse sarebbe stato tutto più semplice. Controlli, telefonate, verifiche, intervento dei tecnici e va bene alla fine ci siamo. Luce fu, e gas pure.
Procediamo con Sky e internet, mi dico. Nella mia mente ingenua mi ero figurata, avendo chiamato le due “entità” lo stesso giorno, che sarebbe giunta prima la…